Problemi udito nei bambini: soluzioni tecnologiche

//Problemi udito nei bambini: soluzioni tecnologiche

Problemi udito nei bambini: soluzioni tecnologiche

Oggi non esiste praticamente perdita uditiva che non possa trarre un certo beneficio dall’uso della tecnologia adeguata.

Dopo una chiara diagnosi dei problemi uditivi si può scegliere la tecnologia più adatta, per consentire al bambino di avvantaggiarsi subito delle esperienze uditive.

Questa tecnologia può essere quella di un impianto cocleare, consistente di un elettrodo impiantabile chirurgicamente nell’orecchio interno e di un ricevitore più un processore esterni.

Questa soluzione viene impiegata in svariati casi di sordità totale o profonda. In molti casi la soluzione più appropiata è rappresentata però dall’impiego di apparecchi acustici, che amplificano il suono e possono aiutare il bambino a ogni età.

La giusta scelta di apparecchi acustici può aiutare in modo sostanziale il bambino a sviluppare le capacità comunicative.

Per i bambini si ricorre di solito ad apparecchi retroauricolari, attualmente disponibili in un’ampia gamma di colori e adatti a tutta una serie di perdite uditive siano esse leggere, moderate o profonde.

I bambini più grandi possono ricorrere anche agli apparecchi di tipo endoauricolare, costruiti su misura per essere inseriti nel canale uditivo e adatti in caso di perdite uditive da leggere a medio-gravi.

La scelta se ricorrere ad uno o due apparecchi acustici dipende solitamente dalla configurazione della perdita uditiva.

2018-04-03T09:36:44+00:00