In caso di sospetti di perdite uditive in un bambino: come comportarsi

//In caso di sospetti di perdite uditive in un bambino: come comportarsi

Come comportarsi in caso di sospetti di perdite uditive in un bambino

Se si ritiene che siano presenti perdite uditive, la prima cosa da fare è chiedere consiglio al medico, che potrà prescrivere una valutazione uditiva da parte di uno specialista.

Una visita accurata permette di stabilire se esiste un disturbo uditivo e in caso positivo di quale grado è.

In nessun caso un bambino è troppo piccolo per essere sottoposto ad una valutazione dell’udito completa.

La moderna tecnologia consente di controllare l’udito anche ai neonati.

Se semplici esami dell’udito possono essere eseguiti da personale infermieristico specializzato e appositamente formato, una valutazione completa dell’udito del bambino deve essere effettuata da un audiologo.

Lo scopo della valutazione audiologica è quello di determinare se la perdita uditiva esiste effettivamente, di quale grado è e quindi valutare di quale tipo. I risultati delle prove vengono registrata in un audiogramma.

Se i risultati degli esami dimostrano che esiste una perdita uditiva, non si dimentichi che il bambino vive in un’era in cui la tecnologia è in grado di assicurare a tutti i bambini la possibilità di crescere normalmente e di condurre una vita assolutamente normale.

2018-04-03T09:36:55+00:00